Antitarlo e trattamenti antitarlo: tutto quello che c’è da sapere

29
views

Quando ci si avvicina per la prima volta al tema tarli e soluzioni per eliminarli, ci si trova davanti un vero e proprio mondo di informazioni che potrebbero confondervi. Siete arrivati nel posto giusto! In questo articolo vi forniremo tutte le informazioni di cui potreste avere bisogno per capire cosa sono i tarli, come riconoscerli e quali sono alcuni dei rimedi più efficaci per combatterli. Iniziamo subito!

Cosa sono i tarli?

Partiamo ovviamente dal principio: cosa sono i tarli? Sono dei semplici insetti definiti xilofagi. Cosa significa? Semplicemente che questi insetti si nutrono principalmente di legno. Visto che il legno rappresenta la loro principale fonte di sostentamento, quando vanno ad infestare mobili, travi o addirittura soffitti in legno, possono rivelarsi pericolosi.

Ci sono tantissime specie di tarli; la maggior parte di questi insetti vanno a creare delle lunghe, e spesso profonde gallerie all’ interno del legno. Pian piano, nutrendosi del legno, lo rovineranno andando addirittura a compromettere la struttura degli oggetti che infestano. Per evitare il proliferare di questi insetti si usano solitamente dei prodotti antitarlo.

Antitarlo e antitarme: ci sono delle differenze?

Ma ci sono differenze tra i prodotti antitarlo e quelli antitarme? Assolutamente si! Si tratta di due prodotti diversi che vanno utilizzati per due diversi scopi.

I tarli infatti sono gli insetti che si nutrono del legno, invece le tarme vanno a nutrirsi delle fibre dei tessuti.

Prodotti antitarlo e antitarme sono quindi molto diversi tra loro, perchè servono a scopi diversi. Più avanti analizzeremo nel dettaglio alcuni prodotti antitarlo e capiremo anche meglio come e quando vanno utilizzati.

Quando usare un antitarlo?

Se avete il sospetto che un mobile, una trave, la cornice di un quadro o qualsiasi altro oggetto in legno sia infestato dai tarli, quello è il momento in cu provvedere ad utilizzare un antitarlo. Solitamente noterete la presenza dei tarli a causa di piccoli buchi che si formeranno sulla superfice del legno, o anche dopo aver notato del rumore proveniente da un mobile o una trave.

É fondamentale agire immediatamente per eliminare qualsiasi tarlo che si trova all’interno del legno, e questo ovviamente prima che possa fare danni più gravi. In commercio sono disponibili diversi tipi di antitarlo. Andiamo a vedere quali sono le tipologie più comuni.

Timpest

Quanti tipi di trattamenti e prodotti esistono?

In commercio sono disponibili tantissimi prodotti antitarlo, tra cui troviamo sia trattamenti che si possono realizzare in casa, sia trattamenti di tipo professionale.

trattamento antitarlo

Dobbiamo fare una distinzione tra quelli che sono i prodotti antitarlo e i trattamenti veri e propri. I primi possono essere acquistati tranquillamente in tutti i negozi che li rivendono e potreste anche utilizzarli voi stessi senza dover ricorrere all’intervento di uno specialista. I trattamenti invece sono solitamente prerogativa delle ditte specializzate. Principalmente i prodotti antitarlo si suddividono in:

  • Prodotti antitarlo liquidi
  • Trattamenti professionali
  • Rimedi fai da te

Rimedi fai da te

Partiamo proprio col parlare dei rimedi fai da te, soluzioni casalinghe che solitamente si realizzano utilizzando sostanze naturali ed elementi come erbe aromatiche, oli essenziali e così via.

Dobbiamo ammettere che per quanto possano sembrare delle soluzioni semplici da mettere in atto e molto economiche, non sono però sempre adeguate. Potreste pensare di utilizzarli come soluzione provvisoria e in particolare quando il problema non è particolarmente grave. Non sono però sempre efficaci e potreste anche rischiare di rovinare il legno nel tentativo di liberarvi delle tarme.

Trattamenti antitarlo professionali

I trattamenti professionali sono invece un discorso completamente diverso. Vengono effettuati da specialisti del settore che si avvalgono di macchinari specifici che vanno a risolvere il problema dei tarli in modo definitivo ed efficace. Tra i trattamenti professionali migliori ci sono:

  • Aria calda
  • Microonde
  • Camera a gas

L’aria calda viene utilizzata su superfici di grandi dimensioni, come ad esempio su un soffitto in legno, e va a distruggere tutti i tarli presenti all’interno del legno. Le microonde, che sono delle onde elettromagnetiche che vanno a riscaldare anch’esse il legno, permettono di ottenere lo stesso risultato ma su delle superfici più piccole. In ultimo ci sono le camere a gas che sono delle vere e proprie camere chiuse all’interno delle quali viene ridotta la percentuale di ossigeno in modo da eliminare i tarli in tutte le loro forme. Tutti questi trattamenti sono altamente efficaci e consentono di ottenere dei risultati davvero ottimi.

Prodotti antitarlo

Cosa possiamo dire invece dei prodotti antitarlo? Si tratta perlopiù di prodotti in formato liquido che vanno passati su tutta la superfice del mobile o di qualsiasi altro oggetto in legno che volete trattare. Al contrario dei trattamenti antitarlo che si effettuano quando è già stata appurata la presenza di questi insetti, i prodotti antitarlo fungono da prevenzione.

Come e quando usarli

Solitamente i prodotti antitarlo si passano sul legno avvalendosi di un semplice pennello. Il principio contenuto all’interno di questi prodotti serve proprio a prevenire la comparsa e la proliferazione dei tarli.

Utilizzando un pennello vanno semplicemente passati sulla superfice del mobile, assicurandosi che il prodotto penetri in profondità nel legno. Questi prodotti possono essere a base di acqua o di solventi e sono particolarmente utili nella prevenzione in mobili antichi o magari vintage, che potrebbero essere particolarmente soggetti allo sviluppo di tarli.

Quando rivolgersi ad uno specialista?

Ovviamente non tutti i problemi relativi a tarli e insetti del legno possono essere risolti ricorrendo al fai da te o a dei prodotti che potete acquistare e utilizzare direttamente in casa. A volte il danno provocato dai tarli risulta essere particolarmente esteso e a quel punto l’unica soluzione praticabile è rivolgersi ad uno specialista.

Un esperto, specializzato in disinfestazione, sarà in grado di realizzare una stima dei danni, capire velocemente qual è il tipo di tarlo con cui ha a che fare e scegliere di conseguenza il trattamento antitarlo più adatto.

Nei casi in cui il problema si rivela essere molto esteso, magari riguarda strutture come soffitti in legno o anche travi portanti, la soluzione migliore è rivolgersi ad un esperto piuttosto che affidarsi a rimedi casalinghi che potrebbero essere del tutto inutili.

Prossimo articoloFoto di tarli e insetti del legno
Blogger, lettrice accanita e appassionata di scrittura. Ho iniziato a scrivere negli anni del liceo e mi sono immediatamente innamorata di questo lavoro. Collaboro da anni come articolista freelance a blog letterari e altri siti di vario genere. Scrivo di libri, film, serie tv, tecnologia, strumenti per la casa e piccoli elettrodomestici.
CONDIVIDI