Antitarlo con permetrina: cos’è, occorrente per il trattamento, come usarla

10972
views

Non tutti i trattamenti antitarlo sono uguali e per scegliere quello che più ci potrebbe aiutare, bisogna valutare con accortezza tutti i fattori a cui si andrà incontro; spesso infatti i trattamenti non fanno anche prevenzione e questo è un punto su cui bisogna fare molta attenzione. Per eliminare definitivamente il problema tarli, prevenendo anche la loro comparsa, il trattamento antitarlo permetrina è quello che da molti anni riscuote ottimi risultati proprio perché si può usare anche per un valido trattamento preventivo.

La permetrina che cos’è

La permetrina è una sostanza attiva antiparassitaria utilizzata come insetticida ed agisce come neurotossina. “Il sito primario d’azione è a livello dei canali del sodio a livello della membrana cellulare degli elementi eccitabili. Dopo il passaggio di un potenziale d’azione nelle cellule eccitabili del tessuto nervoso e di quello muscolare, le piretrine ed i piretroidi bloccano l’apertura di una certa percentuale dei canali di membrana per il sodio. Questi agenti vengono quindi detti bloccanti dell’apertura dei canali”.

L’antitarlo con permetrina  viene utilizzato soprattutto per disinfestare le colture e trova utilizzo nell’uccidere i parassiti. Il suo utilizzo è controverso poiché essendo un veleno ad ampio spettro, uccide indiscriminatamente molte le varie specie di insetti comprese quelle non dannose.L’utilizzo che se ne fa contro i tarli avviene sia in ambito domestico che industriale. L’antitarlo permetrina  infatti li elimina al semplice contatto con i tessuti trattati. Secondo gli studi del “Connecticut Department of Public Healt” ha una bassa tossicità per gli uomini, l’assorbimento attraverso la pelle è limitato e le reazioni allergiche sono rare.

Occorrente per il trattamento

  • Antitarlo permetrina(poco tossica per l’uomo)
  • siringa
  • guanti
  • mascherina
  • pennello
  • telo di plastica
  • nastro adesivo
  • stucco per legno

Come si usa

Il trattamento antitarlo con permetrina, si attua portando in un luogo arieggiato il mobile, anche smontandolo per facilitare le operazioni successive, così da rendere accessibili parti non trattabili con il prodotto insetticida. E’ bene indossare guanti e mascherina protettiva e poi agire. Tramite una siringa, si andrà ad iniettare nei piccoli fori da cui sono usciti i tarli la permetrina così da avvelenare il legno direttamente al suo interno sfruttando le gallerie fatte dai tarli, e debellare anche in caso ci fossero uova e larve.Il passo successivo  sarà utilizzare lo stucco apposito per il legno e riempire i fori dove precedentemente si era iniettata la permetrina.

Usando un pennello, si andrà a stendere il prodotto  su tutta la superficie del mobile così il veleno si propagherà e penetrerà nelle fibre del legno rendendole tossiche ai tarli. Se la superficie è molto rovinata , bisognerà ripetere il trattamento con permetrina dopo circa 10 minuti dalla prima stesura, ciò farà si che il prodotto penetri più a fondo, garantendo un risultato ottimale. Il mobile dovrà poi essere rivestito e sigillato con un telo di plastica per circa tre settimane  per rallentare l’evaporazione della permetrina migliorando quindi l’assorbimento da parte del legno. Passato questo tempo necessario  si potrà rimuovere il telo di plastica e concludere il ripristino facendo gli ultimi ritocchi e ripulendo l’oggetto da eventuali impurità.

Campi di applicazione

Il trattamento antitarlo permetrina  si utilizza per  diverse applicazioni, come:

Trattamenti curativi: grazie alla bassa tossicità e la  la possibilità di dosare il contenuto si può intervenire per rivalorizzare e curare molte superfici lignee.

Trattamenti preventivi: su legno appena tagliato e anche su strutture in legno già in opera assicura una protezione da attacchi successivi, prevenendo l’attacco da parte degli insetti xilofagi e la formazione di funghi.

Dove comprarlo

La permetrina si può acquistare in qualsiasi negozio specializzato nella vendita di prodotti per il restauro, ferramenta o, anche, sui migliori siti di E-commerce.

Tra i migliori siti:

Prossimo articoloFoto di tarli e insetti del legno
CONDIVIDI