Soluzioni, consigli e rimedi naturali per eliminare i tarli dal legno

40
views

I tarli del legno possono essere una vera piaga, in particolare quando vanno ad attaccare mobili, travi ed altri oggetti in legno che si trovano in casa. Come potete liberarvi di questo problema? Ci sono alcuni semplici e pratici rimedi da provare per eliminare il problema dei tarli. Andiamo ad analizzarli insieme e cerchiamo di capire quanto possono essere efficaci.

I tarli del legno: cosa sono?

Partiamo dal principio e cerchiamo di capire nel dettaglio di cosa stiamo parlando. Quando ci riferiamo ai tarli del legno, parliamo principalmente di tutti quegli insetti che si annidano all’interno del legno e che pian piano se ne nutrono fino ad intaccarlo completamente.

Solitamente si tratta di quelli che vengono comunemente definiti insetti coleotteri. Caratteristica di questi insetti è proprio il fatto che durante il loro sviluppo si nutrono di legno. La presenza di tarli all’interno di un mobile, di una trave di legno del soffitto o di altro, può rivelarsi molto più pericoloso di quello che potreste pensare.

I tarli infatti sono in grado di rovinare il legno in poco tempo, andando a scavare al suo interno delle piccole gallerie che poi ne comprometteranno la struttura fino a renderla del tutto inutilizzabile.

Come eliminarli

Una volta compreso con cosa avete a che fare, probabilmente vi starete chiedendo come eliminare i tarli prima che rovinino definitamente il legno dei vostri mobili. Ci sono davvero moltissimi rimedi che potreste provare, alcuni dei quali vedono protagonisti degli ingredienti casalinghi che tutti noi possediamo in casa.

Ovviamente la prima cosa da fare prima di provare con qualsiasi rimedio è riconoscere il tipo di tarlo che infesta i vostri mobili, in modo da essere certi che il rimedio che avete intenzione di provare sia quello più adatto. A questo punto, se non volete rivolgervi ad uno specialista, potreste provare a liberarvi del problema dei tarli mettendo in atto una serie di operazioni che potrebbero permettervi di risolvere il problema.

Ricordate che si tratta sempre di rimedi casalinghi, il successo non è assicurato e dovreste prestare particolare attenzione a non rovinare il legno.

Detto questo, andiamo ad analizzare alcuni dei rimedi più gettonati.

Rimedi casalinghi contro i tarli

Quando si parla di rimedi casalinghi contro i tarli del legno, spesso ci si imbatte in soluzioni che prevedono l’utilizzo di alcuni semplicissimi materiali che è molto facile reperire in casa. Alcuni dei rimedi casalinghi più apprezzati sono:

  • Oli ed essenze
  • Aceto bianco
  • Canfora
  • Legno di cipresso
  • Naftalina

Tutti quelli menzionati sono dei metodi abbastanza semplici da mettere in atto, anche perchè non richiedono l’utilizzo di particolari elementi. Ma analizziamoli uno per uno.

Soluzioni fai da te

Uno dei primi rimedi che vengono menzionati quando si parla di tarli del legno è costituito dall’utilizzo di oli essenziali o di altri tipi di essenze naturali. Tra questi alcuni dei più efficaci risultano essere l’olio essenziale di cedro, l’eucalipto, la lavanda, i chiodi di garofano, la cannella e anche gli agrumi in generale (ad esempio bucce essiccate di arance e limoni). Ma come vanno utilizzati? Basterà semplicemente posizionare all’interno dei mobili dei sacchetti che contengono le essenze menzionate; tenete presente però che spesso questo metodo è più utile per le tarme ( che attaccano i vestiti) piuttosto che per i tarli.

Anche la canfora viene spesso consigliata come antitarlo naturale; in questo caso si tratta di un elemento che può contribuire ad allontanare gli insetti provenienti dall’esterno, ma bisogna fare attenzione a non rovinare il legno dei vostri mobili utilizzandola.

Che dire invece dell’utilizzo dell’aceto bianco? L’aceto bianco è un ingrediente utilizzato per molteplici scopi in casa. Spesso ne viene suggerito l’utilizzo anche per combattere la presenza di insetti, tra cui i tarli. In particolare viene consigliata una miscela di aceto bianco e di succo di limone che andrà poi passata sulla superfice del mobile.

Super sdoganata anche la naftalina, in questo caso però del tutto erroneamente. La naftalina infatti, oltre ad essere adatta alle tarme e non ai tarli del legno, è una sostanza che risulta essere molto pericolosa per l’uomo ed andrebbe quindi assolutamente evitata.

Liberarsi definitamente dei tarli

Abbiamo parlato di alcuni rimedi fai da te da mettere in pratica per provare a liberarsi dei tarli del legno senza ricorrere all’intervento di uno specialista. Si tratta però di soluzioni definitive al problema? Spesso no. I rimedi menzionati fungono spesso da semplice deterrente contro i tarli, o altri insetti, per breve tempo.

Come abbiamo detto nell’introduzione, i tarli possono diventare una vera piaga. É difficilissimo liberarsene, ecco perchè, per quanto i metodi fai da te possano darvi una mano, alla fine non costituiscono una soluzione definita al problema.

Se vi rendete conto che il problema persiste, rivolgetevi agli specialisti del settore che saranno sicuramente in grado di fornirvi una soluzione adeguata. In questo modo avrete la certezza di liberarvi una volta per tutte dei tanto temuti tarli.
Prossimo articoloFoto di tarli e insetti del legno
Blogger, lettrice accanita e appassionata di scrittura. Ho iniziato a scrivere negli anni del liceo e mi sono immediatamente innamorata di questo lavoro. Collaboro da anni come articolista freelance a blog letterari e altri siti di vario genere. Scrivo di libri, film, serie tv, tecnologia, strumenti per la casa e piccoli elettrodomestici.
CONDIVIDI