Antitarlo Xyladecor

694
views

Problemi di tarli e di coleotteri che cagionano “fori” al legname dei propri arredi? Niente problemi e preoccupazioni: ci pensano i trattamenti per finitura e verniciatura impregnante protettiva per le strutture lignee Xyladecor.

Ottimo prodotto è l’antitarlo Xyladecor, noto trattamento chimico all’avanguardia, di ultima generazione e di tecnologia avanzata formulato dai migliori  team europei di esperti del legno.

Xyladecor, negli ultimi anni, ha saputo imporsi come brand leader in Italia nel mercato del legno, nato per il mercato professionale, risolve al meglio ogni specifica esigenza da parte di ogni operatore ed utilizzatore professionale: i prodotti Xyladecor sono assolutamente ideali per combattere gli agenti patologici del legno: tarli, tarme, vespa del legno e tutti gli altri insetti e coleotteri che cagionano “fori” e scavano lunghe gallerie all’interno dello strato ligneo dei mobili ed arredi.

In questa guida utile cerchiamo di capire che cos’è questo prodotto certificato e registrato con il brand rinomato Xyladecor, quali sono le prestazioni, le caratteristiche tecniche, le modalità di applicazione, le precauzioni, lo stoccaggio e le buone norme di conservazione dell’antitarlo.

Xyladecor: che cos’è e quali sono le caratteristiche tecniche peculiari

La gamma di prodotti a marchio registrato Xyladecor è un trattamento chimico all’avanguardia assolutamente interessante per finitura impregnante protettiva per legno.

Per chi desidera un’applicazione ad alte prestazioni nel pieno rispetto dell’ambiente e della salute dell’uomo, il prodotto Xyladecor ha ottenuto la registrazione presso il Ministero della Salute.

Ecco le caratteristiche tecniche e funzionali del prodotto Xyladecor:

  • impregnante insetticida e fungicida, pioniere nell’impregnazione del legno sul mercato italiano, protettivo colorato per legno ed anti UV,
  • può ai manufatti, mobili, arredo e tutte le strutture in legno esterni ed interni,
  • indicato per i legni fortemente esposti alla aggressione di funghi ed insetti xylofagi (tarli, tarme, mudde, batteri, vespa del legno, etc.),
  • ottime prestazioni e tecnologia avanzata,
  • protegge il legno (qualunque tipologia)
  • ottima resistenza al sole ed agli agenti atmosferici,
  • non unge la superficie lignea,
  • facile manutenzione,
  • densità (20°C) circa 0,84 g/ml,
  • infiammabilità a 40°C,
  • inodore dopo l’essicazione del prodotto,
  • disponibile sul mercato in diverse varianti cromatiche interessanti:  Pino, Teak, Ebano, Castagno, Verde Abete, Mogano, Palissandro, Grigio Argento, Olivo, Noce, Rovere, Douglas, Larice, Quercia, Incolore.

Come procedere con l’applicazione dell’antitarlo Xyladecor?

Ecco le fasi operative utili da seguire step dopo step per procedere alla corretta applicazione del prodotto antitarlo Xyladecor. Si ricorda che la corretta esecuzione delle stesse comporta il raggiungimento ed il buon successo del risultato auspicato.

  1. preparazione del supporto: il legno del mobile deve essere nuovo, privo di polvere, grassi e cere. Rimuovere mediante carteggiatura o con uno sverniciatore i residui di vernice “vecchi”;  l’umidità del legno non deve superare il 25% nel caso di conifere ed il 20 % nel caso delle latifoglie;
  2. applicazione mediante pennello,
  3. decorsi  15 – 30 minuti si deve ripassare la superficie con un pennello o uno straccio asciutti,
  4. si consiglia di applicare una o più mani di Xyladecor incolore o colorato, a seconda delle diverse esigenze,
  5. l’essiccazione deve avvenire a temperatura compresa tra i 20/25°  per 24 ore,
  6. l’essicazione può essere rallentata nel caso di legni molto duri ed in caso di tempo freddo e umido.

Una volta utilizzati i pennelli, si consiglia di pulirli con ragia minerale.

Stoccaggio e precauzioni Antitarlo Xyladecor

Ecco le buone norme precauzionali che occorre seguire ad hoc:

  • stoccare all’asciutto ed al riparo dal sole nei pack originali,
  • tenere lontano da dalla portata dei bambini,
  • non contaminare colture, alimenti e bevande o corsi d’acqua con il prodotto antitarlo,
  • non trattare le arnie e gli interni di serre,
  • evitare di respirarne i vapori,
  • non operare in contro vento,
  • evitare il contatto con la pelle, gli occhi e gli indumenti, adoperando un equipaggiamento adatto,
  • lavarsi le mani dopo l’applicazione del prodotto.