Antitarlo Renner Rioverde RA2000

485
views
Antitarlo Renner

L’antitarlo inodore Renner Rioverde RA2000 è un prodotto specifico per il trattamento contro funghi, tarli e termiti del legno. Può quindi rivelarsi decisivo per contrastare l’azione di insetti xilofagi e altre insidie per gli oggetti lignei della nostra casa, impedendo che essi possano andare ad intaccarne la struttura formando vere e proprie gallerie al loro interno.

Dove può essere applicato

Renner  Rioverde RA2000 può essere applicato su tutti i tipi di legno per i quali si renda necessaria un’azione tarlicida e funghicida, sia a scopi di prevenzione che di cura. In particolare può dare vita ad una efficace azione su serramenti e rivestimenti, finestre, travature, casette, staccionate e gazebo, schermi oscuranti, mobili e arredi tramite pennello, spruzzo o iniezione.
La sua classificazione è conforme al Regolamento Europeo 1272/2008 (CLP).

Quali vantaggi può assicurare

I vantaggi che la soluzione è in grado di assicurare sono i seguenti:

1) una ottima penetrazione nel legno
2) l’essere del tutto inodore
3) l’assicurare efficacia sia come azione preventiva che curativa
4) l’essere incolore in modo da non alterare la tonalità del legno

Le modalità d’utilizzo

Per quanto riguarda le modalità di utilizzo, è consigliabile l’applicazione di 2 o 3 mani di prodotto, a seconda della specie legnosa interessata e delle sue caratteristiche della sua superficie.

Nel caso del legno nuovo occorre preparare il supporto con carta abrasiva grana 150, pulirne la superficie dalla polvere di carteggiatura e applicare il prodotto. In seguito bisogna procedere alla verniciatura con impregnanti colorati e prodotti di finitura.

Ove invece si tratti di legno vecchio o verniciato occorre riportare il legno allo stato grezzo, mentre in caso di legno ingrigito bisogna asportare sino a che il legno non sia tornato integro con carta abrasiva. Una volta finito questo passo, occorre pulire bene la superficie, per poi procedere alla verniciatura.  

Cosa occorre sapere

Occorre anche sapere che si tratta di un prodotto estremamente tossico per gli organismi acquatici, a causa dei suoi effetti di lunga durata.
Inoltre può provocare una reazione allergica, eventualità che consiglia la consultazione di un medico e quindi di tenere a disposizione il contenitore o l’etichetta del prodotto. Proprio per questo motivo va tenuto fuori dalla portata dei bambini e occorre leggere l’etichetta prima dell’uso.
Si ricorda anche come vada evitata la sua dispersione, provvedendo eventualmente a raccogliere il materiale fuoriuscito. Infine occorre smaltire il prodotto e il recipiente in maniera conforme alle normative vigenti.

Misure di primo soccorso

IN CASO DI CONTATTO CON LA PELLE: occorre rimuovere subito gli abiti contaminati e lavare la pelle con una razione abbondante di acqua e sapone, avendo cura di consultare un medico ove dovessero presentarsi sintomi preoccupanti.

IN CASO DI CONTATTO CON GLI OCCHI: bisogna sciacquarli con una consistente dose di acqua e contattare un medico in caso di presentazione di sintomi.

IN CASO DI INGESTIONE: occorre subito sciacquare la bocca con acqua e, ove la persona sia cosciente, farle bere piccole quantità di acqua. Non c’è alcun bisogno di indurre il vomito ove non espressamente richiesto dal personale medico. Nel caso contrario tenere la testa bassa in modo che non entri nei polmoni.

IN CASO DI INALAZIONE: è necessario spostare la persona all’aria fresca, tenerla al caldo e farla riposare. In caso sorgano sintomi gravi è meglio contattare un medico, mentre nell’eventualità la persona non fosse cosciente, occorre metterla in posizione laterale di sicurezza e provvedere a richiedere immediatamente assistenza medica.

Informazioni precauzionali

Nel corso della manipolazione di prodotti per la protezione del legno è sempre consigliabile indossare indumenti protettivi, occhiali di sicurezza e guanti protettivi. Non bisogna inoltre mangiare, bere o fumare e lavare accuratamente le mani e la pelle esposta dopo che il procedimento è terminato.
Il prodotto andrebbe sempre utilizzato in aree ben ventilate al fine di essiccarlo, avendo cura di tenere il legno appena trattato al riparo dalla pioggia. Bisogna anche fare attenzione a non contaminare il suolo e le acque superficiali durante l’applicazione del prodotto e/o durante l’essiccazione del legno trattato, evitarne il rilascio nell’ambiente, lo sversamento nelle fognature e il raggiungimento di ambienti acquatici. Infine occorre smaltire le confezioni vuote secondo le normative locali vigenti e avere cura di non riutilizzare le confezioni vuote